La vigna è fatta anche di questo, un miele dell’ anima, e qualcosa nel suo orizzonte apre plausibili vedute di nostalgia e di speranza.

Cesare Pavese

MILLE SFUMATURE DI VERDE
PER UN VERDICCHIO UNICO

Il Verdicchio è un vitigno autoctono, definito il “Re dei Bianchi” le prime testimonianze della sua coltivazione risalgono al XVI secolo.

I nostri vigneti si trovano nel cuore dell’area classica, ossia nella zona di produzione più antica, caratterizzati da suoli appartenenti al Miocene, costituiti da marne argillose e gessi, territorio in cui il verdicchio riesce ad esprimersi al meglio.

vigna-2
grappolo-orizzontale-small

Con le mani raccogliamo i grappoli migliori

La profonda conoscenza del nostro territorio ci permette di trasformare il frutto della natura in vini dall’ inconfondibile carattere. La conduzione dei nostri vigneti in regime biologico e le lavorazioni prevalentemente manuali in vigna, ci consentono di convivere in armonia con un delicato ecosistema.

vigna-1
nido

Il vino eleva l’anima e i pensieri, e le inquietudini si allontanano dal cuore dell’uomo.

Pindaro

VINI

Verdicchio dei castelli di Jesi, Lacrima di Morro d’alba e Rosso Piceno, una produzione di vini di qualità grazie a una lunga tradizione contadina e ad un’attenta innovazione, un percorso di consapevolezza dalla vigna alla cantina.

DEGUSTAZIONI

Proponiamo un’esperienza sensoriale per tutti coloro che vogliono avvicinarsi al mondo dell’enologia, dell’agricoltura e della tradizione culinaria marchigiana. Vi raccontiamo il nostro lavoro, il nostro vino e i prodotti della nostra terra.

TERRITORIO

Terra di vette e di colline, di Borghi e Castelli, uno scrigno di secolari tradizioni contadine ai piedi dei monti con lo sguardo verso il mare, Cupramontana “Capitale del Verdicchio”, vigneti, oliveti e boschi, mille sfumature di verde fino al blu dell’ Adriatico.