Alluvione Marche 2022

#savethewine

A seguito dei danni derivanti dall’alluvione del 15 settembre abbiamo tantissime bottiglie con le etichette rovinate dal fango ma il contenuto è integro, quindi per tutto il lavoro fatto insieme ai volontari, vi chiediamo di aiutarci a ripartire portando in salvo questo vino nelle vostre case.

Vi proponiamo una box di bottiglie miste … così come le abbiamo recuperate.. 3 bianchi e 3 rossi a un prezzo scontato… sarà un affare che ricompenserà tutta la nostra fatica e allevierà gli enormi danni subiti… sostenete la nostra ripartenza.

La Save The Wine Box sarà disponibile in confezioni da 6 bottiglie e comprenderà Verdicchio, Lacrima e Rosso Piceno… etichette a sorpresa.

Un breve diario della situazione legata all’alluvione che si è verificata il 15 settembre 2022 causata dall’esondazione del fiume Misa ad Ostra, che sfocia poi a Senigallia in provincia di Ancona.

domenica 25 settembre

Giorno 11
Letto il rapporto della protezione civile … Sembra che siamo a posto per i prossimi 1000 anni!
… allora dato che abbiamo tempo per pulire… alcuni di noi oggi sono andati al centro East Coast Dog a Corinaldo per vendere le bottiglie col fango… Grazie alla loro straordinaria solidarietà, tanti vini sono stati portati in salvo!
Certe persone in questi momenti sono un arcobaleno… ma non diciamo che andrà tutto bene… già detto e non ha funzionato…
Oggi si vota, chissà cosa cambierà?!

sabato 24 settembre

Giorno 10
Trascorso più veloce degli altri …sono arrivate tantissime richieste di Box e questo ci ha fatto sentire un po’ meno soli…ma, c’è sempre un ma, tante cose ancora non sono in forma…noi stiamo tutti acciaccati a lavorare senza sosta e non l’abbiamo ancora sfangata…
A pranzo si riassumono tutti i mali e presto assegneremo i primi premi resistenza.
In ufficio il parquet è diventato stabile come un ponte tibetano, il resto dei pavimenti sono una gigantesca buccia di banana, ogni tanto qualcuno plana con qualche bottiglia in mano… poi si rialza e ripone la miracolata nelle vostre box.

venerdì 23 settembre

Giorno 9.
Giorno in cui ci siamo dati da soli una pacca sulla spalla per aver mantenuto la calma… Partiamo che la frase principe della giornata è stata SIETE TUTTI UGUALI…. NO caro NO, oggi c’è chi piange un figlio, oggi c’è chi pulisce una casa da solo da giorni, oggi c’è chi non ha più nulla, chi ha tanti danni e chi meno… c’è chi fa campagna elettorale e non sa neppure la differenza tra pubblico e privato…
Non siamo tutti uguali (magari fosse), altrimenti stavamo o tutti a spalare fango o tutti dietro una scrivania ai piani alti di un palazzo… Forse la priorità oggi potrebbe essere arginare i danni e fare una passeggiata fuori da un confortevole ufficio…
O forse domani arriverà un’altra Pec e noi penseremo di nuovo Pec..cato che non sei qui nel fango ad aiutarci (ma questa è un’altra storia). Continua …..perché i giorni, questi giorni, sono di 36 ore almeno…

giovedì 22 settembre

Sono ripartiti tutti i computer, ci sentiamo meno amanuensi e siamo molto grati alla tecnologia che oggi ci ha consentito di ricevere i primi ordini delle box “Save the Wine”.
Alcuni di noi sono tornati in vigna perché Madre natura chiama… e altri sono ancora a “fango e fatica”.
Non tutti i motori oggi se la sono sentita di ripartire ..e anche il nostro furgone delle consegne ha deciso di piantarsi per strada.
Quindi piano B… no forse C o forse arriviamo a metà alfabeto questa settimana quindi diciamo Piano M …MenoMale che che non si Molla…
In breve, stiamo rimandando qualche consegna e abbiamo chiamato un corriere per farvi arrivare i primi pacchi.

mercoledì 21 settembre

È stato il giorno del silenzio per l’ultimo saluto alle vittime qui a Pianello di Ostra, non c’è nulla da aggiungere.. c’è stato spazio solo per il dolore che ha riempito ogni angolo del paese.
Resta un vuoto che non verrà più colmato per chi ha perso un suo caro e per tutti restano incredulità, interrogativi e un profondo senso di ingiustizia e impotenza di fronte a tutto questo..
Ogni danno materiale è solo un inutile numero in questo giorno.

martedì 20 settembre

5° giorno
Oggi più che mai sento risuonare la frase: “poi la forza ti viene!”
La forza ti viene quando è lunga la strada da percorrere e tutta in salita .. penso che arrivi a braccetto con la volontà di tornare a una normalità.
Quindi oggi:

  • ripulito in parte il piazzale
  • contate le bottiglie salve
  • pregato per il server
  • riaperto il punto vendita scrivendo a mano tutti gli scontrini… ti ricordi anche il corsivo in questi momenti!
  • percorso la stessa strada ancora con macchine ribaltate in ogni dove… così per ricordati che è tutto vero
  • parlato, pensato, pulito e ora si continua con il pensato per tutte le ore che non si dorme…
  • portati i motori nei forni perché sia mai diventino ottimi biscotti per domani a colazione…

Insomma, siamo tutti all’opera per tornare meglio di prima… Non abbiamo neppure più il muletto per mettere le cose in alto… quindi salvate il vino!

lunedì 19 settembre

4° giorno di fango e fatica.
Ci state chiedendo in molti le bottiglie salvate… non abbiamo più i cartoni per spedire, dobbiamo far ripartire i computer e soprattutto le attrezzature essenziali per finire la vendemmia.
Abbiamo perso tanto ma ci riteniamo fortunati, ci sono persone ancora disperse, inghiottite in pochi minuti… quelli che bastano per cambiare tutto.
Ci sono case di cui restano solo i muri segnati dal livello dell’acqua.
C’è ancora gente in strada a spalare senza sosta e mezzi di soccorso ancora in piena attività.
Ci prendiamo del tempo per rialzarci tutti insieme.

domenica 18 settembre

Per chi vuole dare una mano si arriva a piedi dalla rotatoria di Casine.
Ancora non abbiamo linea telefonica, computer. Abbiamo bisogno di tempo per ripartire.
Ci sono tante bottiglie salvate dai volontari che vi aspettano… affinché tutto questo lavoro non vada perso.

sabato 17 settembre, ore 21:30

Fine della nostra seconda giornata di vino, acqua e fango… Impagabile l’aiuto della protezione civile e degli amici… volontari straordinari che hanno salvato tante bottiglie.
Grazie grazie grazie.
Ora i frigo sono funzionanti… noi siamo stanchi, stravolti e ancora increduli.

sabato 17 settembre, ore 7:00

Vorrei fosse un buongiorno di vendemmia, come doveva essere in questo periodo. Invece è il giorno della conta dei danni.
L’acqua entrata ha spazzato via mobili, vini, prodotti… allagato uffici, sala degustazione. Per ora non sappiamo quali macchinari ripartiranno, stiamo aspettando che si asciughino per ridare corrente.
Nel piazzale ci sono 3 auto portate dalla piena, di cui una sopra il depuratore andato distrutto.
Ringraziamo la protezione civile di Fermo e dell’Emilia Romagna, aiuto prezioso fino a tarda notte…
Restiamo immersi in un silenzio interrotto solo dai passi nel fango.
Abbracciamo la nostra comunità che oggi si risveglierà protagonista di questa tragedia.

venerdì 16 settembre

Stiamo tutti bene, stiamo togliendo il fango per ripartire in qualche modo. Per ora non abbiamo corrente e acqua.
Increduli di fronte a tutto questo, profondamente addolorati, esprimiamo il nostro cordoglio a tutti coloro che hanno perso i loro Cari.

0